A proposito dello stato di salute di Hillary Clinton

Da un glorioso passato a un radioso futuro! [tragicomicamente]

espressione-romani13886979_626043780897320_3489604598296070622_nespressione-giottoespressione-caravaggiomadness-this-is-sparta23e

Salva

Alla CIA ci sono anche persone eccellenti

Propaganda ieri e oggi

Liberi media in libero stato

Cattura

La Padania turca e altre brillanti menzognette filo-golpiste

The-Persian-Empire

  1. “E’ stato un autogolpe”: il governo greco ha arrestato dei golpisti in fuga e restituito ad Ankara l’elicottero usato per la fuga. Per un autogolpe non serve minacciare gli Stati Uniti (quando hai truppe NATO e armi nucleari americane in casa) e riconciliarsi con la Russia;
  2. “Erdogan nel mirino di aerei ribelli che non hanno sparato”: smentito il 20 luglio dagli alti comandi dell’aviazione greca, sulla base dei loro rilevamenti radar
  3. “Erdogan dileguatosi dal suo soggiorno estivo con larghissimo anticipo rispetto all’arrivo dei sicari”: il team incaricato di ucciderlo/farlo prigioniero è arrivato solo con mezz’ora di ritardo. un ritardo che ha cambiato la storia.
  4. “Erdogan in fuga dal paese e respinto dalla Germania”: una diceria messa in giro dai golpisti per scoraggiare i tentativi di resistere.
  5. “La Turchia in balia degli islamisti e in via di khomeinizzazione, prove generali di Eurabia”: è in atto una gigantesca epurazione di una quinta colonna interna allo stato, il gulenismo, descritto dalle testate più rispettabili come un incrocio tra Opus Dei, scientology e la massoneria deviata (Nota Bene: il fondatore, Fethullah Gülen (ecco cosa pensa di lui la facoltà di teologia di Harvard), ha ottenuto la green card USA grazie all’intercessione di Graham Fuller, già dirigente CIA ed è stato nel mirino dei golpisti del 1971 e del 1980 per eversione islamista). Se, com’è possibile e anche probabile (il braccio destro di Fethullah Gülen, Hails Hanci, è arrivato in Turchia con un passaporto falso due giorni prima del tentato golpe) questo movimento, che annovera milioni di seguaci in tutto il mondo anche tra magistrati, docenti, alti ufficiali e giornalisti (tenuti a consegnare il primo stipendio e/o una parte del salario al movimento come gesto di riconoscenza), ha preso parte al golpe militare, allora non è sorprendente che chi ha rischiato di essere ucciso dai golpisti sia in preda alla paranoia e al desiderio di vendetta. Già nel 2013 i gulenisti avevano organizzato una tangentopoli turca per far fuori legalmente gli erdoganiani. È una faida tra gruppi di interesse. Non esistono buoni e cattivi.
  6. non è stata espressa alcuna intenzione di imporre il velo.
  7. chi tifa per i carri armati contro lo stato di diritto e l’aviazione che bombarda il Parlamento, perché teme l’islamizzazione della Turchia prepara involontariamente il terreno a possibili colpi di stato in Europa (es. Grecia o un’Italia governata dal Movimento 5 Stelle).
  8. L’esercito turco non è garante della democrazia e della laicità, ma della stabilità. In questo caso ha spalleggiato Erdogan. In un caso precedente ha emanato una nuova costituzione autoritaria. I militari, per loro natura, sono raramente democratici, ma sono spesso patrioti.
  9. PADANISMO ARIANISTA (300) – i terùn turchi hanno conquistato il potere! Ankara ladrona! Neoellenisti costieri vs. neopersiani dell’entroterra: “Oggi alle leve del comando sono gli anatolici, i cosiddetti “turchi neri” delle provincie più interne e lontane; mentre i “turchi bianchi” della costa, circassi, occhi azzurri, biondi come lo era Ataturk, stanno confinati ai margini dopo aver comandato per tutto il secolo scorso” (Marco Ansaldo, la Repubblica, 20 luglio 2016).
  10. Lo stato di emergenza e la sospensione della convenzione europea sui diritti dell’uomo (prevista dalla stessa convenzione) sono state misure adottate anche in Francia contro il terrorismo. I francesi sostengono che la sospensione è selettiva (per deroghe), ma non si sono visti carri armati lungo la Senna; l’Eliseo e l’Assemblea Nazionale non sono stati bombardati; Hollande non è sfuggito per il rotto della cuffia a un tentativo di ucciderlo.Cn_6jXHXEAA_0bfCnzbAALWcAAv-4k

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Hillary Clinton Could Start World War III in Syria. Here’s Why

Come mai Erdogan è così paranoico e si avvicina a Mosca e Teheran?

erdogan iranerdogan putinCattura

Barroso 1 – Europa 0

Cattura

Cattura

Hillary R. Clinton 1 – America 0

26090271383_87bf1a5ab8_b

“Our investigation looked at whether there is evidence classified information was improperly stored or transmitted on that personal system, in violation of a federal statute making it a felony to mishandle classified information either intentionally or in a grossly negligent way”.
=>
“They were extremely careless in their handling of very sensitive, highly classified information”.
=>
“We assess it is possible that hostile actors gained access to Secretary Clinton’s personal e-mail account”
=>
“We are expressing to Justice our view that no charges are appropriate in this case”.

Statement by FBI Director James B. Comey on the Investigation of Secretary Hillary Clinton’s Use of a Personal E-Mail System

…because, you see, her setting up several different private servers was NOT INTENTIONALLY mishandling classified information.

“war is peace, freedom is slavery, ignorance is strength”
“All animals are equal but some animals are more equal than others”

Cattura
Res ipsa loquitur. Ora abbiamo almeno un candidato alla Casa Bianca che è ricattabile non solo da interessi interni agli Stati Uniti, ma anche da governi/interessi stranieri.
I cinici si sono dimostrati realisti.
Chi, come me, ama l’utopia americana, ha perso.
La realtà del presente è un gemello malvagio, un Doppelgänger oscuro della realtà come potrebbe e dovrebbe essere. E questo è particolarmente vero negli Stati Uniti.
La tentazione, ora, sarebbe quella di allinearsi a chi profetizza catastrofi per gli USA, o una terza guerra mondiale. Io continuo a reputare che esistano ancora troppe forze sane e resilienti al loro interno e che nulla sia deciso.
Quel che è invece certo è che queste elezioni sono inguardabili. Trump vs. Clinton: i due candidati più sgraditi nella storia elettorale americana (unanimità dei sondaggi), i due candidati forse più ricattabili e ricattati nella storia elettorale americana.
E’ una non-scelta: si vota l’uno/a turandosi il naso solo per fermare l’altro/a. L’elettorato dovrebbe astenersi dal votare in segno di protesta, ma non lo può fare perché entrambe le parti sanno che farebbero il gioco degli avversari: divide et impera.
La democrazia è completamente delegittimata ma l’astensionismo sarà relativamente contenuto perché molti andranno a votare spinti dalla paura, dal disprezzo, dall’odio.

Nei miei pronostici lo scandalo delle email doveva servire a spianare la strada allo scandalo della Clinton Foundation (centrale di riciclaggio di “donazioni”), che era e resta il pesciolone grosso che dovrebbe portare all’incarcerazione dei Clinton. Il pesciolino è sfuggito.

Salva

« Older entries

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: