House of Saud – The sacrifice of a major piece on the Middle Eastern chessboard

Con analisi anche in italiano

Stefano Fait, forecasting foresight anticipation

file-16-Saudi-Russia-ties

Maxim Oreshkin, the deputy finance minister, said the country is drawing up plans based on a price band fluctuating between $40 to $60 as far out as 2022, a scenario that would have devastating implications for Opec

(Russia plans $40 a barrel oil for next seven years as Saudi showdown intensifies, Telegraph, 11 Dec 2015)

Such a scenario would be devastating (deadly?) for the Saudi economy, already battered by the disastrous military intervention in the Yemeni civil war (A Saudi Afghanistan – the chickens will come home to roost in Yemen).

Are the Saudi royals really willing to risk domestic instability only to keep the oil price down?
To what end?

Only to save the US economy from collapsing?

Se uno dei più brillanti eredi della famiglia reale saudita è stato inviato in Russia a stringere buoni rapporti con Mosca forse è perché i sauditi non…

View original post 163 altre parole

6 commenti

  1. 12 dicembre 2015 a 20:21

    concordo con te, l’Arabia Saudita, o meglio i suoi monarchi, sta rischiando grossissimo. Non può sostenere a lungo il ribasso del prezzo del petrolio tanto più che c’è pure una bassa richiesta. Un altro segnale è che sembrerebbe stiano addivenendo ad una volontà di risolvere in Siria sul piano politico, quindi scendendo a patti con i russi. Ed intanto però hanno pronto un esercito di terra che dovrebbe intervenire in iraq e siria. Bisogna vedere se resisteranno alle pressioni americane. Se optano per un intervento militare però, penso siano consapevoli che scateneranno l’inferno nel mondo islamico. Credo che iraq e iran non aspettino altro che un passo falso ed illeggittimo per far fuori sauditi e monarchi affini
    In Turchia invece ci penseranno i generali a rimettere le cose a posto con la Russia sistemando Erdogan… ed ecco il motivo di tanta pazienza, i russi secondo me hanno già concordato con chi di dovere

    Mi piace

    • stefano fait said,

      13 dicembre 2015 a 08:44

      Se i generali sono di osservanza NATO sarà il solito golpe o tentato golpe atlantista come ce ne sono già stati anche troppi in Turchia.

      Mi piace

  2. luigiza said,

    13 dicembre 2015 a 10:28

    E’ notizia di ieri che in Yemen gli Huthu (non so se il nome é scritto correttamente) da lunedì 14 dicembre cominceranno una tregua.
    E’ pensabile che si siano accordati in segreto per permettere ai sauditi di uscire dal pantano salvandosi la faccia ed ilportafoglio.

    Mi piace

  3. 15 dicembre 2015 a 10:45

    In questo ultimo scorcio del 2015 la Russia si sta davvero visibilmente facendo strada in Medioriente, storico territorio di caccia degli angli.

    Liked by 1 persona


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: