Il disastroso fallimento del citizen journalism (giornalismo partecipativo)

Citizen-Journalism

Nessun altro trova orwelliano questo manifesto?

Il citizen journalism – lo dico da insider veterano, con i miei errori sul groppone –, a causa della volontarietà, gratuità, inesperienza/dilettantismo ed eccessiva passionalità, sta allevando generazioni di cittadini più scettici, critici, curiosi (ottimo!), ma anche più confusi/disorientati (sovraccarico informativo), disinformati (trovo sia meglio essere ignoranti che disinformati) e soggetti a pandemie emotive tipiche della propaganda (le narrazioni sono diventate così più importanti del dato reale da potersene svincolare).
A mio avviso il bilancio di internet, al momento, non è assolutamente positivo, con buona pace di Arianna Ciccone, che pecca di eccessiva innocenza – e lo dice uno che vive in rete e di rete.

Non si può fare informazione seria ritagliandosi uno spazio nel tempo libero.
Ed è altrettanto inaccettabile che chi lo fa a tempo pieno si lasci guidare dalla credenza che la Sacra e Divina Rete sia in grado di autocorreggersi.
La rete è invasa da disinformatori professionisti come Brown Moses (alias Eliot Higgins), il disoccupato inglese con un background  finanziario che è diventato improvvisamente un esperto di balistica, chimica, aeronautica, fotografia satellitare, scienza forense, armamenti, ecc. e che IMMANCABILMENTE CONFERMA LE VERSIONI UFFICIALI DELLA NATO, cosa che lo ha reso una star grazie al suo “giornalismo investigativo”, poi smentito da ricercatori del MIT e da veri esperti (anche lui è uno degli eroi di Valigia Blu):

http://www.theguardian.com/uk-news/2015/jan/31/british-army-facebook-warriors-77th-brigade

http://21stcenturywire.com/2014/02/25/snowden-training-guide-for-gchq-nsa-agents-infiltrating-and-disrupting-alternative-media-online/

https://it.wikipedia.org/wiki/COINTELPRO

http://www.counterpunch.org/2015/02/26/a-pretext-for-cyber-cointelpro/

http://www.dailykos.com/story/2014/10/20/1337083/-Echoes-of-COINTELPRO-in-Ferguson

4 commenti

  1. H.G.,CHANIA,CRETA,GRECIA said,

    26 luglio 2015 a 20:00

    DAI GIORNALI ALLA RETE LA STORIA SI RIPETE..
    LE PERSONE SERIE AVRANNO LUNGA VITA AL INTERNET.
    RERCIO’ CARO DOTTORE,RESISTI…

    Mi piace

    • stefano fait said,

      26 luglio 2015 a 23:37

      dobbiamo resistere tutti assieme, perché qui noi ci giochiamo davvero molto e gli oligarchi si giocano tutto, perciò andranno fino in fondo.

      Mi piace

      • emanuele said,

        27 luglio 2015 a 16:28

        Alla fine diciamo le stesse cose🙂. L’insofferenza c’è, inutile negarlo. Come inutili sono i narcisismi e, sì, le pandemie emotive. L’unica risposta alla disinformazione è la sobrietà, come in questo blog, che certo non significa indifferenza ai problemi. Qui non possiamo guardarci negli occhi, le parole da sole non bastano, ma la parte genuina dell’uomo è l’unica vera speranza di riscossa, verso quella minoranza che vorrebbe controllare tutto. In questo quadro i personalismi fanno il gioco degli oligarchi, su questo non c’è dubbio. La consapevolezza delle masse potrà risvegliarsi dall’ipnosi collettiva? Chi lo sa. Per ora i cani abbaiano, ma la carovana continua ad avanzare. Dopo aver distrutto la scuola, ora tocca alla sanità..? Non sono problemi soltanto italiani.. A cosa prelude lo smantellamento dello Stato sociale?

        Mi piace

        • stefano fait said,

          27 luglio 2015 a 19:28

          prelude alla rivoluzione. Ma arriverà prima negli USA, che sono qualche annetto avanti a noi e messi peggio dei greci (al di là delle finte statistiche che spara il governo)

          Mi piace


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: