Piove governo ladro e il blog scala le marce

space-stars-road-1920x1080

AGGIORNAMENTO: forse ho trovato un compromesso che venga incontro ai miei desideri e a quelli dei lettori “protestatari”
https://versounmondonuovo.wordpress.com/2014/08/30/in-risposta-alle-insistenze-dei-lettori/

Cari lettori,

Il detto “piove governo ladro” ha un significato universale. In Cina, come nel Vicino Oriente, come nel bacino del Mediterraneo, la tradizione vuole che quanto maggiore è il tasso di corruzione e disumanità ai vertici del potere, tanto maggiori saranno le sciagure che affliggeranno i popoli.
Quel che ci attende farà impallidire le piaghe d’Egitto.

E ce lo meritiamo tutto, perché eravamo così spaventati di perdere la vita e quel po’ di benessere che ci è stato concesso (la carotina o il bastone?) che non abbiamo vissuto. La libertà ci faceva così paura che l’abbiamo rifuggita. La dignità? Boh? La giustizia? Per me, non per gli altri. Si fottano gli altri. La fratellanza? Io non sono fratello di quei fottuti neri/gay/islamici ebrei/immigrati/destroidi/sinistroidi, ecc.

Se i malvagi restano al potere è per la viltà dei loro sudditi.
Per molti di noi la morte sarà un atto di muta protesta: mansueti fino all’ultimo, nella speranza che la cavalleria venga a salvarci all’ultimo istante buono.
Beh, non arriverà. Questo non è un film.
Nessuna civiltà aliena evoluta violerebbe la prima direttiva di Star Trek. Chi lo fa è perché non è diverso da noi e forse è pure peggiore.

Non ci sarà alcun ritorno di Gesù il Cristo incarnato a guidare i Buoni contro i Cattivi: negherebbe il messaggio evangelico.

Glaciazioni, pandemie, asteroidi, guerre mondiali, rivoluzioni ed altre catastrofi assortite non cambieranno la nostra natura: i superstiti torneranno a commettere gli stessi errori, a meno che non abbia luogo una rivoluzione interiore che al momento pare molto remota.

Questo blog ha esaurito la sua velleitaria funzione: informare, sensibilizzare, blandire il mio ego.

Ormai siamo in mezzo ai casini e quel che è fatto è fatto. Occorreva ribellarsi anni fa, dopo l’11 settembre. Invece abbiamo creduto in massa ad una menzogna più gigantesca dell’altra, abbiamo applaudito le guerre umanitarie, abbiamo creduto alla propaganda neoliberista, abbiamo permesso che interi popoli fossero martoriati, noi inclusi.
Non abbiamo mosso un fottuto dito contro i pastori, che si sentono padroni sebbene, senza di noi, siano concime per i campi.
Li abbiamo lasciati fare, abbiamo dato corda, abbiamo nutrito la loro vanagloria e megalomania, abbiamo scelto l’autoinganno e abbiamo rinunciato a comportarci da adulti.
Ora raccoglieremo quel che abbiamo seminato.
Chi vivrà vedrà…un Mondo Nuovo, o Vecchio ma ritinteggiato.
Chi morirà vedrà ugualmente.

Non me ne vogliano i due nuovi “abbonati”/followers di oggi. Sfiga!
Un abbraccio a loro (non seguite nessuno: usate sempre la vostra testa!).

Un caro saluto e, vada come vada, “ad maiora”.

P.S. Le mie consulenze sono care.
Un conto è il volontariato civile di un blog, un altro conto è una relazione professionale. I contatti sono a sinistra.

10407848_705268856218818_2314254673023345443_n

WazArs.com

FuturAbles.com

Homo Sapiens Hibernus

18 commenti

  1. viola said,

    27 agosto 2014 a 21:20

    Rispetto la vostra decisione di chiudere il blog , ma mi spiace perché leggevo con interesse i vostri post .Forse un giorno avrai voglia di riaprirlo di nuovo , chissa ? comunque noi blogger abbiamo la
    possibilita atraverso la scrittura di poter svegliare le coscienze delle anime che viaggiano in rete.Io non chiudo il mio blog ,cerchero di resistere finche posso .Buona Vita … Viola 😊

    Mi piace

  2. davide said,

    28 agosto 2014 a 03:21

    Spero ci ripensiate, questo blog e’ unico nel suo genere
    Spero di tornare a rileggervi molto presto!!

    Mi piace

  3. stefano fait said,

    28 agosto 2014 a 09:38

    Non serve che mi diate del voi ;oD

    Il discorso è molto semplice. Finché ci saranno blogger indignati che faranno denunce e controinformazione questo sarà visto da molti, più o meno consciamente, come una scusa e un alibi: “Ci pensano già loro a farlo”.
    Noi blogger indignati siamo diventati un ostacolo alla trasformazione dell’umanità.
    Oramai l’informazione che serviva per comprendere in profondità gli eventi di questi anni è là fuori. Il compito di ciascuno è cercarsela da solo, mettere assieme il puzzle, non aspettare che qualcuno serva la pappa pronta (buona o cattiva che sia), altrimenti non c’è maturazione.
    La rivoluzione deve avvenire dentro ciascuno di noi; non è una cosa che cala dall’alto, non è la colomba dello Spirito Santo che come per magia ci apre la mente e ci fa vedere tutto ciò che era celato.
    A questo punto l’unica cosa che resta da fare è passare dall’indignazione alla disobbedienza civile, altrimenti non ci sarà un limite a quel che dovremo subire. Il sistema in cui viviamo è maligno e il continuo tacitare la nostra consapevolezza di questo lo perpetua. Siamo tutti complici finché non ci organizziamo fattivamente e riprendiamo il controllo del sistema finanziario, strappandolo agli psicopatici.
    Il vecchio deve morire (autunno/primavera) per lasciare spazio al nuovo (primavera/estate) – questo vale anche per i blog – ma il nuovo dev’essere a misura d’uomo, non di psicopatico. Altrimenti sarà un lungo inverno, senza primavera.
    Il punto di vista degli psicopatici è quello di World War Z: “Nel finale, vengono mostrate scene dello sterminio degli infetti in varie città (Mosca, Venezia, Parigi), durante quella che viene definita la World War Z (guerra mondiale contro gli zombie), mentre in sottofondo la voce di Gerry invita a non mollare mai, ad agire con coraggio e ad aiutare il prossimo. La guerra non è ancora finita”.
    http://it.wikipedia.org/wiki/World_War_Z

    Non c’è spazio per la nonviolenza nella loro psiche: mors tua, vita mea è l’unico criterio che guida le loro scelte.

    Mi piace

  4. 28 agosto 2014 a 11:24

    Ti seguo dal tempo del vecchio Blog, pur non avendo mai commentato 🙂 mi dispiace che hai deciso di chiudere qui questo blog, ma giustamente come hai detto te, e come dici da tempo, basta usare la propria testa, non serve qualcuno che ragioni per noi…speriamo di riuscire a invertire le cose anche se la vedo dura, il problema è che il sistema ora in vita è stato capace di annebbiare cosi tante persone e in maniera cosi pervasiva che solo una sua caduta o una crisi veramente profonda potrà portare un barlume di vera coscienza nella testa di tutti coloro che camminano e vivono bendati, in questa matrix governata da psicopatici…..fortunatamente alcuni si son iniziati a “svegliare” a guardarsi intorno e a agire secondo le loro possibilità..e questo anche grazie al tuo blog!

    Mi auguro che un giorno riprenderai a scrivere e che riuscirai a scampare agli eventuali ghiacci che prima o poi torneranno li a nord, in tal caso il Sud italia è pronto ad accoglierti 🙂

    tante belle cose e grazie ancora per tutti i tuoi articoli, sei stato davvero un grande 😉

    Mi piace

  5. 28 agosto 2014 a 11:28

    mi dispiace tantissimo per un blog unico. pur in parte dissentendo (forse la strada dell’informazione potrebbe veder aumentare il proprio ruolo nei prossimi tempi – non a tutti sono sempre dati gli strumenti per capire) tuttavia comprendo la scelta. spero di tutto cuore di continuare a leggerti altrove! grazie di tutto.

    Mi piace

  6. stefano fait said,

    28 agosto 2014 a 12:42

    Grazie a tutti per le belle parole!

    Un aspetto importante della questione è che è difficile “fare comunità” con/su un blog e solo facendo comunità (liberi e solidali) avremo qualche chance di trasformarci e arrivare dall’altra parte del guado.
    Io devo esercitare le mie capacità di “community manager” e i social network sono uno strumento eccellente, per questo.
    Chi è su Facebook può continuare il percorso lì, in maniera più interattiva/partecipativa.
    Poi c’è anche https://twitter.com/stefanofait
    Ogni tanto uscirà un articolo su FuturAbles e su WazArs.
    http://www.futurables.com/2014/06/06/fimbulvetr-ci-serve-un-centro-studi-sullimpatto-del-mutamento-climatico-in-trentino-alto-adige/
    Non c’è mai una fine senza un inizio.

    Mi piace

  7. 28 agosto 2014 a 21:22

    Pensare di lottare solo con le nostre forze contro il seme del Serpente è voler vincere un soldato armato solo con la forza del pensiero, è misticismo, illusione. Gesù il Messia della tribù di Giuda ultimo re, Erode non era giudeo, divenne Re grazie a Marco Antonio. La Profezia è stata perfetta, Gesù ultimo Re discendente dalla tribù di Giuda, Erode divenne Re ma non era di Giuda, con Gesù terminò il percorso profetico da uno dei figli di Giacobbe(Giuda), lo conferma l’elezione nello stesso periodo di Erode come Re, ma non era un giudeo.
    Vero Gesù ha insegnato l’amore, ma per amore suo Padre distrusse la generazione malvagia ai giorni di Noè, e per amore il Figlio, il Messia sarà obbligato ad usare la spada della giustizia.
    Noi non possiamo sfidare Lucifero, tutti gli uomini di potere del mondo hanno quasi tutti promesso devozione al Principe Satana, solo Gesù altro Re di pari potenza e superiore, può sfidare(ci sarà una guerra vera e propria tra forze angeliche del bene e del male)i Regni del mondo.

    Tanti articoli letti in questo blog sono introvabili in altri siti, questo perchè la fluidità di ragionamento dell’autore consente di unire insieme un bagaglio di informazioni non trattenute da nessun recinto ideologico, questa è la caratteristica del blog.

    Mi piace

    • stefano fait said,

      28 agosto 2014 a 22:23

      Sì, però evidentemente non sono stato particolarmente efficace, a giudicare dal suo messaggio di commiato così apocalittico-veterotestamentario.
      Visto che siamo su un piano teologico, le dirò come la vedo io: NOI, tutti assieme, siamo il CRISTO, quando ci rendiamo conto dell’illusorietà delle coordinate spazio-temporali (senza disprezzarle, ma riconoscendole come espressione del divino):
      “Gesù disse loro: Quando farete del due uno…allora entrerete nel Regno”. Vangelo di Tommaso
      “Divento un globo oculare trasparente; io sono niente; io vedo tutto”. Emerson
      “La verità era uno specchio che cadendo dal cielo si ruppe. Ciascuno ne prese un pezzo e vedendo riflessa in esso la propria immagine, credette di possedere l’intera verità”. Rumi

      Ne aggiungo una suggerita dal lettore LdG (sul vecchio blog – lo ringrazio):
      “Ogni uomo è una sintesi di corpo e anima, destinata a esser spirito, cioè ad abitare nella casa; ma l’uomo preferisce stare in cantina, cioè nella determinazione della sensualità. E non solo preferisce stare in cantina, ma l’ama a tal punto da arrabbiarsi se qualcuno gli propone di occupare il piano di sopra che è vuoto e a sua disposizione perché la casa in cui abita è sua”. Soren Kierkegaard

      Mi piace

  8. LdG said,

    28 agosto 2014 a 22:46

    E’ il secondo blog che chiude dopo quello di Santaruina, tra quei (pochi) che avevo selezionato in dieci anni, e non è un caso. E’ il segno dei tempi, per chi appunto decide di passare alla completa azione.
    Molte persone, almeno in Italia, non leggono, e se leggono comprendendo il testo non tramutano in azione quanto appreso. A volte vedo i migliori autori sprecati in questa terra passiva.
    Il tuo blog Stefano, anzi i tuoi blog, mi hanno fatto scoprire la bufala del riscaldamento globale. E non è poco. Aggiornare ulteriormente quanto è noto in effetti non serve. Anche se probabilmente molti visitatori nuovi al blog salteranno ad altro senza approfondire poiché non contiene “novità”. Invece di cogliere l’occasione di usare il tuo blog come un archivio su cui approfondire due o tre tematiche non proprio periferiche nella nostra “moderna” vita.
    Magari te la caveresti con qualche libro aggregando gli articoli migliori e più esaustivi centrando forse molte più persone. Ti consiglio però di pubblicare in Tedesco, che leggono di più e sopratutto imparano. Poi, dopo quando sarai famoso all’estero diventerai “spendibile” in Italia. Qui funziona così.
    Un istant book sulla glaciazione non sarebbe una cattiva idea e aiuterebbe molti a correggere il tiro nella propria vita e comunità. Inoltre sarebbe una minima gratificazione economica per tutto l’impegno che hai reso alla causa della ricerca della verità in qualsiasi campo hai approfondito.

    Non darei tanto affidamento ai “social” poiché…
    «I „social network“ sono diventati un eggregora impressionante, è una porta infernale che divora il tempo delle persone, e dal quale bisogna staccarsi, cancellare un profilo significa strappare quelle fibre che ti tengono preso lì dentro o imparare ad utilizzarlo in modo diverso. E’ diventato più potente o lo gestisci o ti gestisce. è un entità che si nutre dei suoi utilizzatori senza dare niente in cambio, …e vive grazie alla quantità di “tempo” che viene utilizzato, senza dare niente in cambio.» (Carlo Brevi)

    Il mio piccolo blog chiuse i battenti quattro anni fa. Da due è stato cancellato (senza preavviso) insieme alla piattaforma “equa e solidale” che lo ospitava. E questa sarà la fine che farà prima (censura) o poi (qualche settimana senza web in Occidente per gettare nel panico le persone in favore del “nuovo messia”) tutto quanto oggi è digitale e “condiviso”. Ricordiamoci che il migliore supporto per i posteri resta la carta (almeno 50 anni).

    Continuerò a leggerti nei tuoi “vecchi” articoli. Buona vita e grazie di esistere.

    “Ogni uomo è una sintesi di corpo e anima, destinata a esser spirito, cioè ad abitare nella casa; ma l’uomo preferisce stare in cantina, cioè nella determinazione della sensualità. E non solo preferisce stare in cantina, ma l’ama a tal punto da arrabbiarsi se qualcuno gli propone di occupare il piano di sopra che è vuoto e a sua disposizione perché la casa in cui abita è sua”. (S.Kierkegaard)

    Mi piace

  9. 29 agosto 2014 a 00:03

    per favore anche se il blog chiude nel senso che non lo aggiorni lascialo online.
    qualche naufrago approderà alla tua isola.
    a me piaceva e vi ho trovato informazioni che non vedevo altrove.
    mi spiace per la tua scelta, purtroppo la consapevolezza non la si può regalare e seguire un blog richiede tempo e fatica, non si può pretendere che uno lo faccia per sempre.
    grazie per quello che ci hai regalato e in bocca al lupo!

    Mi piace

  10. H.G.,CHANIA,CRETA,GRECIA said,

    29 agosto 2014 a 00:20

    LA STESSA COSA SUCCEEDE ANCHE IN GRECIA..PER QUALCHE MOTIVO MISTERIOSO TUTTI I BLOGS DI CARATTERE CRITICO SUL ATTUALE SISTEMA ,CHIUDONO..E QUANTO E’ ARRIVATA LA TROIKA IN GRECIA E’ STATO ASSASINATO UN BLOGGER MOLTO SEGUITO NEL PAESE.
    MI DISPIACE TANTO ..E COME PERDERE UN SINCERO E VERO AMICO..SPERO AD UN RIPENSAMENTO..
    NOI SIAMO QUI..

    PERO PENSO CHE L AUTORE DI QUESTO BLOG SARA UN GIORNO DI NUOVO CON NOI.PERCHE?
    MA PERCHE ” L ANIMA DEL UOMO E’ UNA FIAMMA,UN UCCELO FIAMMEGIANTE,IL QUALE VOLA DA RAMO A RAMO,DA TESTA A TESTA E GRIDA:NON POSSO FERMARMI,NON POSSO BRUCCIARMI,E NESSUNO PUO SPEGNERMI.”[ NIKOS KAZANTZAKIS,DAL SUO CAPOLAVORO ,ASKITIKI(AΣΚΗΤΙΚΗ)]
    GRAZIE DI TUTTO.[EFCHARISTO POLI]…

    Mi piace

  11. Luigi za said,

    29 agosto 2014 a 13:00

    Insomma una bella ventata di ottimismo, ci mancava proprio. 😉

    Comunque Stefano ti capisco ed approvo la tua decisione,non é più tempo di cercare di svegliare gli altri ma di pensare a se stessi.
    Sempre che il proprio tempio interiore uno se lo sia costruito.
    Buona fortuna Stefano, ho sempre letto con piacere i tuoi articoli.

    Mi piace

    • stefano fait said,

      29 agosto 2014 a 13:23

      Al contrario, è proprio perché il blog è troppo poco interattivo che lo abbandono, mettendomi al servizio di altri progetti. Chi pensa solo a sé è perduto: ci vuole un equilibrio tra egoismo e altruismo

      Mi piace

  12. Asfalto said,

    29 agosto 2014 a 20:06

    Sono un lettore del blog e mi rattrista sapere che vuoi chiuderlo, Stefano. Scusami se ti do del tu ma a furia di vedere la tua foto sorridente mi sembri un vecchio amico. Se non hai piu’ voglia o tempo di scrivere, basterebbe continuare a darci i tuoi spunti e le tue informazioni con meno frequenza. Il tuo lavoro e’ stato PREZIOSISSIMO per la rivoluzione interiore di molti lettori…ognuno ci arriva coi suoi tempi, purtroppo svegliarsi e mantenersi svegli e’ un processo piu’ lungo del previsto. Comunque ancora GRAZIE, Stefano!

    Mi piace

    • stefano fait said,

      30 agosto 2014 a 12:58

      Chiunque mi consideri un vecchio amico lo è anche per me ;o)
      Sentite, visto che mi fate sentire in colpa, troviamo una soluzione di compromesso: periodicamente farò un copia e incolla dalla pagina FB di VMN di alcuni spunti che mi sembrano più importanti di altri. In questo modo il blog non morirà, la cosa non mi richiederà più di una decina di minuti e l’enfasi resterà comunque sul fare comunità in Facebook.
      OK?

      Mi piace

  13. Marco Bagnato said,

    29 agosto 2014 a 21:03

    Per quanto possa valere, volevo ringraziarti per questo blog. E non è solo vero che “Oramai l’informazione che serviva per comprendere in profondità gli eventi di questi anni è là fuori. Il compito di ciascuno è cercarsela da solo, mettere assieme il puzzle, “. Anche chi, come me, cerca la verità e preferisce la controinformazione ai media mainstream ha bisogno di blog come questi, sia come spazio di incontro virtuale (prova a discuterne sulla Repubblica e vedi..) sia come aiuto: anche se, per esempio, io fossi istintivamente portato a credere che esista una connessione tra la guerra in Crimea (grano) e Global Cooling, e faccia ricerche al riguardo (ad esempio guardando le anomalie T durante la PEG, che in quella zona erano quasi neutre, o al fatto che la Russia Europea era sotto 2km di ghiaccio in piena era glaciale), ugualmente risulta comodo un blog che unisca alle intuizioni le fonti. Io personalmente vengo a leggere non solo per informarmi, ma perché QUI ogni cosa è correlata da fonti e spunti analitici (es cinesi che comprano terreno in Crimea) non sempre spontanei e che possono rendermi più efficace nel persuadere gli altri. Per fare un esempio: I Russi stanno che il clima sta per virare verso il freddo, ma non sapevo che avessero acquistato due rompighiaccio a propulsione nucleare, o che in tale ottica si potesse leggere la volontà cinese di costruire un canale interoceanico in Nicaragua. La situazione a Kiev mi sembrava più losca di quanto mostrato in TV, ma è qui e su altri blog ho trovato le “prove”. Oppure sulla questione Ebola, o su tutte le oscure trame connesse ai neoconservatori USA. Tu dici che l’informazione è la fuori: Sei tu l’informazione! Siamo in un paese governato da interessi economico-politici anglosassoni e austeristi, e facciamo parte della Nato. I pezzi si mettono insieme solo sul web: qui date uno spunto, su Libreidee un altro, su Informare Per Resistere un altro ancora, e tutto viene visto e confrontato. Quindi grazie Sefano. Ti devo molto, e cercerò di far fruttare quanto ho letto qua.
    Concluso questo lungo epitaffio, devo farti una domanda: Fino a quando Versounmondonuovo rimarrà visibile? Così copio e incollo su un’apposita cartella gli articoli più significativi con relative fonti per poterli sempre consultare.
    In ogni caso grazie di tutto, alla peggio ci vediamo su Homohibernus.
    Ave.

    Mi piace

    • stefano fait said,

      30 agosto 2014 a 12:48

      Ciao Marco. Visti i tempi, secondo me ti conviene copiare e salvare quel che ti pare sia importante. “Di doman non c’è certezza”.
      Se confrontate i vari articoli troverete molte lacune, contraddizioni, confusione. Per questo è meglio che non sia un blogger a ricercare a beneficio di altri, ma una comunità di persone. Il blogger solitario contro i cattivi fa troppo western americano.
      Di qui l’importanza delle reti sociali, se usate con discernimento: il segreto è fare rete e rifiutarsi di usare uno strumento che serve a fare rete perché è controllato e perché c’è di tutto è come rifiutarsi di vivere in società perché ci sono altri esseri umani variamente motivati. Se i potentati sono così ossessionati dalla sorveglianza è proprio perché sono terrorizzati all’idea di perdere il controllo.
      Su Homo Hibernus c’è un forum.
      Si veda anche
      http://www.futurables.com/2014/06/06/fimbulvetr-ci-serve-un-centro-studi-sullimpatto-del-mutamento-climatico-in-trentino-alto-adige/
      ciao e grazie per la stima!

      Mi piace


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: